Pagina principale | Da visitare | Informazioni | Come | Ricettività | Manifestazioni e feste | Storia | Tradizioni | Il paese | A...VillacidroAssociazioni | Produzioni |Comunità | Trova | Calcola | Gioca | Notizie

La vallata di NARTI

 

La vallata di Narti, nonostante non manchi di bellezza e sia più vicina all’abitato di altre località, è poco frequentata da vacanzieri, turisti della domenica, passeggiatori, escursionisti; per questo motivo ha mantenuto un aspetto rustico e i caratteri di ambiente più legato al passato.

 

Narti

 

Percorrendo la strada che si addentra nella valle, si segue sulla sinistra il torrente Narti, attorniato da oleandri, filliree, giunchi, menta. Più in alto cominciano le foreste di leccio.
Nella parte superiore della valle, si incontrano caprili e molti porcili costruiti rusticamente con pietre a secco, tronchi, frasche.
All’interno degli stazzi, nella stagione degli amori, si può ancora assistere alle violente scene di lotta tra i caproni per il predominio sul branco; avvenimenti che si è abituati a vedere solo nei documentari in televisione.

 

E Vaiiiii!!!!!!
Narti. Campo catalogo flora del Linas  

 

E’ interessante visitare il Campo catalogo flora del Linas (282 m s/l/m), un vivaio che raccoglie molte delle piante, arbusti, essenze presenti nell’area del Linas.

Narti
Narti

 

Narti

Proseguendo, la strada si fa più stretta, bisogna lasciare la macchina e proseguire a piedi per addentrarsi nel fitto bosco.

COME CI SI ARRIVA

Si può seguire un tratto del percorso che condusse alla morte don Francesco Fulgheri, nel romanzo Paese D’Ombre dello scrittore villacidrese G. Dessì.

Dal centro abitato di Villacidro si sale per via Roma, al numero civico 111 si può vedere la casa in cui abitò il giovane Giuseppe Dessì, in Piazza Frontera si gira a sinistra per via Garibaldi, si lascia la croce di Lacuneddas e si prosegue per  Sa Cabada manna, una strada in forte discesa scavata nell’argilla, prima di giungere al Rio Narti, si gira a destra seguendo l’indicazione del cartello “Narti”, si continua per una strada ancora larga, ma non più asfaltata.

ALTRE ESCURSIONI

Dal Campo catalogo flora del Linas di Narti, madau de Narti, è possibile:
andare a sinistra per Genn’ ‘e Pranu in 1 ora e 30’;
voltare a destra per Genn’ ‘e Cannas in 2 ore e proseguire per le cime del Santu Miali, in un’altra ora e 15’.
Alcuni cartelli, bene in evidenza, indicano le direzioni da percorrere.

 

ALBUM -L'AMBIENTE NATURALE

Album fotografico
LE VALLATE

 Su  

© Tutti i diritti sono riservati.
by pisolo