Pagina principale | Da visitare | Informazioni | Come | Ricettività | Manifestazioni e feste | Storia | Tradizioni | Il paese | A...VillacidroAssociazioni | Produzioni |Comunità | Trova | Calcola | Gioca | Notizie

TREKKING nella natura incontaminata del LINAS

Cantina Ferraris (367 m s/l/m) – Piano Oridda -
Genna Muru Mannu (794 m s/l/m) – Monte Lisone (1082 m s/l/m)

Chi arriva da Villasor nella SS 196, dopo le prime case di Villacidro, deve andare a sinistra. (cartina)

Chi proviene dalla SS 131, attraverso S. Gavino, deve proseguire sulla strada provinciale S. Gavino-Villacidro fino al semaforo; qui deve girare a sinistra per via Nazionale; in prossimità dell’uscita del paese, verso Villasor, deve voltare sulla destra.

Da qui in poi sarà facile proseguire seguendo l’indicazione del cartello “Montimannu”. Si deve superare la diga sul fiume Leni in terra battuta, costeggiare il lago. Dopo il primo ponte si gira a destra come indica il cartello “Montimannu”.
Al termine della strada asfaltata, dopo il ponte sul Leni, a destra si entra nel Demanio Foreste Montimannu, alcuni cartelli lo indicano.
La strada prosegue nel bosco; bisogna superare l’antica laveria di Canale Serci, il vivaio per rimboschimento della forestale di Camp’ ‘e Isca.

Si arriva poi in grande spiazzo presso l’ovile di Cantina Ferraris (367 m s/l/m).

cartelli-mmannu-villascema-cascateffdiga1-ic.jpg (2676 byte)cartelli-mmannu-cascateffdiga1-ic.jpg (2676 byte)

Poco prima di giungere alla Cantina Ferraris, in località Magusu (345 m s/l/m), tra gli alti eucaliptus si gira a sinistra e si attraversa il Rio Cannisoni e si entra nel territorio dell’Azienda Foreste Demaniali Regione Sarda, delimitato da una rete e, nella bella strada rotabile che porta a Oridda, da un cancello, si percorre la strada forestale, si entra nella valle GÙTTURU IS ABIS, dove è possibile vedere numerose tracce di lavori minerari,

 

si giunge all’Altopiano di Oridda (oltre 670 m s/l/m).

Qui si va verso nord-ovest seguendo le tracce della caratteristica cresta quarzifera che ha origine dalla Punta Muru Mannu (942 m s/l/m) e che emerge ora poco ora molto in direzione sud-est / nord-ovest nel pianoro.


Si passa attraverso il rimboschimento; al riparo di alcuni grandi e antichi lecci si incontra una nota sorgente,
si lascia sulla destra Sa Pala Olionis di Edda (778 m s/l/m), Sa truba ‘e is Murvas (824 m s/l/m),
si supera Genna Muru Mannu (794 m s/l/m) girando a sinistra per Monte Lisone (1082 m s/l/m) da cui si gode un panorama incantevole.

 

ALTRE ESCURSIONI

Da qui è possibile:

raggiungere la cascata di cascata di Piscin’Irgas, sentiero 113;
scendere a Magusu per il sentiero 113
andare all’Ovile Linas, sentiero 115
dirigersi verso l’Ovile Linas con il sentiero 115 e tornare a Magusu per il 112;
attraversare le montagne per tornare a Gonnosfanadiga presso la chiesetta di S. Severa sentiero 115, 106;
proseguire per le Grotte di S. Giovanni attraverso il sentiero 116.
E’ un itinerario lungo, da fare a primavera inoltrata, quando le giornate sono lunghe e danno maggiore certezza di tempo buono. Il tempo di percorrenza è di 5 ore l’andata e 4 il ritorno. Il dislivello da superare è di oltre 700 m. 

 

pianta-114
Pianta del sentiero 114  
Cantina Ferraris – Piano di Oridda - Genna Muru Mannu - Monte Lisone


ALBUM - LE ESCURSIONI

Album fotografico
ESCURSIONI IN MONTAGNA

 Su  

© Tutti i diritti sono riservati.
by pisolo