Pagina principale | Da visitare | Informazioni | Come | Ricettività | Manifestazioni e feste | Storia | Tradizioni | Il paese | A...VillacidroAssociazioni | Produzioni |Comunità | Trova | Calcola | Gioca | Notizie

VILLACIDRO: UN PO' DI STORIA

A cura di Ignazio Fanni
potecariu

 L'AEROPORTO DI TRUNCONI - S'ACQUA COTTA I
1942

1 GENNAIO 1942

 

Relazione Trimestrale in Tempo di guerra - gennaio-febbraio-marzo 1942 - XX

Attività esplicata dal Comando di Aeroporto

"Durante il periodo 1 Gennaio 42 - 1 Aprile 42, si è provveduto ad una migliore sistemazione degli impianti esistenti sul campo e ad una più razionale ubicazione dei servizi con l'accentramento delle installazioni in località Cascinale del re.
- Le baracche esistenti sull'angolo Sud-Ovest sono state trasportate sull'angolo Nord-Est del campo.
Si è provveduto a migliorare, con lavori opportuni, le costruzioni in muratura esistenti a Casa Re.
E'stata montata una baracca tipo Valdagna da adibirsi ad uffici di Aeroporto.
- Una costruzione in gillite, da adibirsi a mensa e circolo Ufficiali è in stato di avanzata costruzione e si prevede che potrà essere pronta per l'uso alla fine del mese [aprile].
- E'stata costruita in località S'Acqua Cotta, presso una sorgente di acqua calda, una vasca in cemento ed una baracca in legno adibite a bagno per tutto il personale dipendente che già ne usufruisce con grande beneficio per le sue condizioni igieniche.
Un'altra baracca tipo Valdagna è in corso di montaggio e destinata ad ospitare il personale della 212^ Squadriglia attualmente dislocata presso l'aeroporto di Decimo...
- E' stato dato, a cura del dopolavoro FF.AA. uno spettacolo di arte varia.
- L'autocinema delle Forze Armate è venuto tre volte sul campo per effettuare proiezioni cinematografiche ma solo una volta è stato possibile dare lo spettacolo a causa delle cattive condizioni atmosferiche...
- Il dopolavoro Forze Armate di Cagliari ha inviato giuochi, libri e generi di conforto...
- Non si sono avuti attacchi aerei".

Il Comandante dell'Aeroporto
Ten. Col. A.A.r.n. Pilota Adriano Manenti

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

6 GENNAIO 1942

"E' stato distribuito a tutto il personale di truppa il pacco della Befana del soldato, alla presenza di autorità civili e militari.
La popolazione del viciniore paese di Villacidro e le organizzazioni politiche hanno partecipato inviando, oltre le rappresentanze, doni per i militari".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

10 GENNAIO 1942

"Il generale D.A. URBANI, comandante l'Aeronautica della Sardegna ha effettuato una visita ispettiva al campo".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

21 GENNAIO 1942

"E' giunto sul campo 1l 51° gruppo B.T. al comando del Ten. Col. Pilota MANENTI Adriano".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

24 GENNAIO 1942

"E' stato effettuato il passaggio di consegne fra il Magg. A.A.r.n. BONACOSSA Pietro comandante dell'Aeroporto cedente e il Ten. Col. A.A.r.n. MANENTI Adriano subentrante".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

Il 28 GENNAIO 1942

"Si è verificato un incidente aereo ad un apparecchio della dipendente 28^ Squadriglia O.A. Non si sono lamentate vittime, l'apparecchio è andato distrutto."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

23 MARZO 1942

"Si è verificato un incidente aereo ad un apparecchio Cant.1007 bis della dipendente 213^ Squadriglia B.T.
Non si sono lamentate vittime, solo alcuni uomini dell'equipaggio hanno riportato leggere escoriazioni.
L'apparecchio è andato distrutto.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

1° APRILE 1942

Relazione Trimestrale in Tempo di guerra - aprile-maggio-giugno 1942 - XX

Attività esplicata dal Comando Aeroporto

"Durante il trimestre 1° Aprile
- 1° Giugno 1942 è stato completato lo spostamento degli impianti in località Cascinale del RE.
- La mensa in costruzione per gli Ufficiali è stata completata ed è entrata in funzione nel mese di maggio.
- Tre baracche Vaudagna sono state montate ed attualmente sono adibite a dormitori truppa.
- La baracca tipo Vaudagna destinata ad ospitare gli uffici della 213^ Sq. B.T. per il passato dislocata nell'Aeroporto di Decimo è stata ultimata ed attualmente vi sono sistemati gli uffici del Comando Aeroporto e della 213^ Sq. B.T. trasferitasi in questo campo nella prima quindicina del mese di Maggio.
-Tutte le costruzioni in muratura esistenti nel Cascinale del Re sono state ultimate.
- L'infermeria aeroportuale convenientemente adottata in un caseggiato è stata posta in grado di soddisfare le esigenze dell'Aeroporto e dotata di tutti i servizi indispensabili al buon funzionamento e a soddisfare i principi di igiene richiesti.
- E'in costruzione avanzata il corpo di guardia che potrà essere ultimato ultimato.
- E'pure in costruzione un altro immobile che sarà addito ad alloggio Sottufficiali.
- Sono state impiegate N° 200 reti metalliche per la protezione antimalarica meccanica.
Sono state poste in opera zanzariere alle finestre e bussola alle porte.
- Viene effettuata scrupolosamente la profilassi antimalarica con distribuzione di Italchina due volte la settimana, è stata intensificata la bonifica a mezzo olio di ricino bruciato di tutti i pozzi e le acque stagnanti...
Non si sono avuti attacchi aerei nemici."

Aeroporto N° 607 P.M. 3-7-942 XX°

Il Comandante dell'Aeroporto
Tenente Colonnello Pilota - Adriano MANENTI

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

ELENCO NOMINATIVO DEGLI UFFICIALI IN FORZA AL 1° APRILE 1942-XX°

Ten.Col.Pilota MANENTI Adriano
Magg. Pilota GARAU Giuseppe - Ten. Pilota NICCOLETTI Piero - Ten. Pilota PINNA Piero
Ten. A.A.r.s. GASOLE Raoul - Ten. C.C.r.c. PIZZITOLA Roberto - Ten.C.S.A. VALZANO Vincenzo - Ten. Cappellano ZINAGHI Ovidio
S.Ten. A.A.r.s. LORI Mario - S.Ten.C.C.r.a. BURLA Quirino - S.Ten. c.c.r.a. ASTOLFI Elio - S.Ten.C.S.A. LUCCHETTA Giuseppe.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

"Si è verificato un incidente di volo coll'apparecchio tipo Ca.164.
Nessuna vittima.
L'apparecchio è stato dichiarato R.D.."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

9 APRILE 1942

"Si è verificato un incidente di volo con un apparecchio Cant. Z.1007 Bis. della 213^ Sq. B.T..
L'equipaggio incolume.
L'apparecchio riportava rottura del carrello."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

9 MAGGIO 1942

"E' stata celebrata la festa dell'Impero.
Eran presenti al campo le Autorità civili e politiche del vicino paese di Villacidro.
Massaie rurali e donne fasciste hanno partecipato in buon numero e confezionato un rancio per i militari dipendenti.
Il Dopolavoro di Cagliari ha inviato per l'occasione 25 premi di L. 25 ciascuno che sono stati sorteggiati per il personale dipendente.
A cura del Dopolavoro F.F.A.A. sono stati dati due spettacoli di arte varia".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

10 - 16 MAGGIO 1942
Villacidro- 1942 Festa dell'ImperoIl Duce visita la Sardegna.

Il 10 maggio, alla guida di un trimotore, Mussolini, decollato da Roma alle nove e mezza, atterrò a Fertilia verso le undici meno un quarto.
In cinque giorni percorse la Sardegna da Sassari a Cagliari a bordo di un'automobile scoperta, ovunque accolto da folle "inneggianti alla vittoria".
Anche da Villacidro un nutrito gruppo di cittadini di ogni ceto e età si recò a... per salutare il Duce che era venuto in Sardegna a complimentarsi "con la forte stirpe dei sardi".
Infine il 16 pomeriggio decollò da Elmas per rientrare a Roma.

18 MAGGIO 1942

"Si è verificato un incidente di volo ad un apparecchio RO.37 Nor. della 28^ Sq. O.A. L'equipaggio incolume.
L'apparecchio è stato dichiarato Rip. in Squadriglia.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

25 MAGGIO 1942

"Si è verificato un incidente di volo con un apparecchio RO.37 Nor. della 28^ Sq. O.A.
L'equipaggio incolume.
L'apparecchio è stato dichiarato presumibilmente riparabile in Squadriglia.".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

 

 

Il nemico, impegnato a contenere le forze dell'Asse nei vari fronti, sino alla fine di maggio non aveva avuto troppo tempo da dedicare alla nostra isola.
Nella seconda metà di maggio avevano fatto capolino le forze aeree statunitensi:
23 quadrimotori Consolidated Liberator B 24, partiti dalla Florida, dopo una sosta tecnica in Brasile, avevano attraversato l'oceano e si erano acquartierati in Egitto. Da quel momento in poi uomini e mezzi degli Stati Uniti d'America sarebbero arrivati sempre più numerosi, in questo teatro di guerra, per combattere a fianco degli inglesi.

2 GIUGNO 1942
- Primo bombardamento della città di Cagliari.

Alle 23,30 un piccolo gruppo di bombardieri inglesi, dopo aver illuminato la città con un nutrito lancio di bengala, cercò di distruggere le navi da guerra ancorate nel porto.
Scattato l'allarme furono immediatamente azionati i congegni per il rilascio della nebbia artificiale.
Le navi restarono incolumi, ma alcune bombe caddero nei pressi del Cimitero di Bonaria scoperchiando bombe e mandando in frantumi alcuni monumenti funebri;
nell'area circostante vetri in frantumi e porte divelte.

7 GIUGNO 1942
- Ore 23,00:
secondo bombardamento di Cagliari.

8 GIUGNO 1942
Il bollettino di guerra del giorno successivo riportava:

"Nella notte scorsa l'aviazione inglese ha bombardato Cagliari. Alcuni fabbricati del centro della città sono crollati, altri sono stati danneggiati.
Si contano dodici morti e quindici feriti. Contegno della popolazione calmo e disciplinato."

bollettino di guerra n.738 del l' 8 giugno

11 GIUGNO 1942

"Si è verificato un incidente di volo con un apparecchio RO.37 della 28^ Sq. O.A. L'equipaggio ha riportato leggere escoriazioni.
L'apparecchio è stato dichiarato riparabile in ditta.".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

12 GIUGNO 1942

"Sono arrivati gli apparecchi del 9° STORMO B.T. che hanno operato da questa base contro la flotta nemica.
Il dipendente 51° gruppo B.T. durante le operazioni dei giorni 13-14 ha perduto un 1° Armiere della 212^ Sq.
Altro militare è stato gravemente ferito ed altri leggermente."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.


Il 9° STORMO BOMBARDAMENTO TERRESTRE (SCHEDA 9° STORMO B.T.) era costituito dal 39° e dal 29° Gruppo.
Parteciperà prima alla battaglia di Pantelleria e poi a quella di "Ferragosto" nel Mediterraneo centrale.

Aeroporto di Villacidro: 9 stormoSi preparava, infatti, una poderosa operazione aero-navale per contrastare la flotta inglese che, partita da Gibilterra, era diretta a Malta.
Per l'occasione venne concentrata in Sardegna una grande quantità di aerei, in tutto 175: 68 caccia, 63 aerosiluranti, 35 tra bombardieri e ricognitori, 9 CR 42.
Un primo tentativo fu fatto la sera del 13, ma il convoglio nemico era ancora fuori il raggio d'azione dei nostri velivoli.
Il 14 dalle nove del mattino ad ondate successive si susseguirono gli attacchi della nostra aviazione.
Dal campo di Trunconi partirono 18 Cant. 1007 bis (bombardieri),
da Decimo 14 S 84(aerosiluranti), da Elmas 18 S 79 (aerosiluranti).
A protezione di questa composita formazione decollarono da Monserrato 20 caccia MC 200 del 160° Gruppo.


15 GIUGNO 1942
Il 15 giugno, nel pomeriggio, il Bollettino di guerra così riassumeva l'esito della battaglia del 14 - 15 giugno detta, appunto, Battaglia di mezzo giugno:

"Sono stati affondati due incrociatori, un cacciatorpediniere e quattro piroscafi. Una nave da battaglia e una portaerei, due incrociatori, un cacciatorpediniere e quattro piroscafi sono stati ripetutamente colpiti con siluri e bombe e gravemente danneggiati. Diciotto velivoli sono stati abbattuti in fiamme.
Venti velivoli italiani non sono rientrati alla base."

Bollettino di guerra n. 746.

17 GIUGNO 1942

"Si è avuta la visita di S.A.R.I. Il Principe di Piemonte.
Molto entusiasmo da parte della truppa e degli Ufficiali."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

30 GIUGNO 1942

"Il 65° Gruppo e la 28^ Sq. si è trasferita da questo Campo all'Aeroporto di Elmas".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

1 LUGLIO 1942

Relazione Trimestrale in Tempo di guerra - luglio-agosto-settembre 1942 - XX

Attività esplicata dal Comando Aeroporto

Aeroporto Villacidro - Cascinali Pimpisu"Durante il trimestre 1° Luglio - 30 Settembre 1942, si è proceduto a mettere in opera il piano regolatore dell'Aeroporto che comprendeva la sistemazione di tutti i servizi nelle adiacenze della Fattoria CASA RE e attualmente tale sistemazione può dirsi quasi completata, poiché sono state costruite altre 4 baracche di tipo R.A. m.24 e si è iniziato il montaggio di altre 4 baracche tipo R.A. m. 34 per alloggio truppa; sono state portate a termine le costruzioni in muratura iniziate il trimestre precedente.-Il lavoro per la costruzione e ultimazione del pozzo artesiano è tuttora'ora in corso.
- E'stato costruito e ultimato il fabbricato per la stazione R.T.
- Dalla canto- niera di S'ACQUA COTTA è stato trasferito a CASA RE l'autoreparto, il magazzino M.S.A. e la Caserma dei CC.RR. disponendo tali servizi in locali più idonei e più razzionati (sic).
Il deposito munizioni è stato trasferito in località PIMPISO , dove è stato altresì impiantato un deposito - Officina per siluri - previsto per i casi di emergenza.
Con questi spostamenti, in linea di massima, si può dire che la sistemazione dell'Aeroporto è completata.
Si è pure iniziata la sistemazione del piano stradale delle vie di accesso ai varii infissi (sic) dell'Aeroporto.
Si è continuata la lotta antimalarica ed a stagione quasi finita i risultati sono stati soddisfacentissimi, avendo avuta una percentuale minima di infezione dal personale dipendente."
... In questo periodo "non si sono avuti spettacoli di arte varia".

Il Comandante dell'Aeroporto
Ten. Colonnello Adriano Manenti

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

5 LUGLIO 1942

"Si è verificato un incidente di volo con l'apparecchio S. 79 pilotato S.Ten. MORELLINI Mario.
Nessuna Vittima.
L'apparecchio è stato giudicato riparabile in ditta."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

23 LUGLIO 1942

"Si è verificato un incidente di volo con l'apparecchio Cant.Z.1007 bis pilotato dal Ten. ANGELINI Mario.
Nessuna vittima.
L'apparecchio è stato giudicato R.S.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

26 LUGLIO 1942

"Si è verificato un incidente di volo coll'apparecchio Cant.Z.1007 bis della 212^ Squad. B.T., pilotato Cap.BITONTI. Nessuna vittima.
L'apparecchio è rimasto danneggiato."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

4 AGOSTO 1942
Per 10 agosto gli inglesi avevano organizzato un altro convoglio diretto a Malta (Operazione Pedestal).
Ricevuta l'informativa dai nostri agenti in Spagna fu predisposto una poderosa azione aeronavale italo-tedesca (Battaglia di Mezzo agosto) .
Numerosi sommergibili furono dislocati tra la Sardegna e le Baleari, e molti aerei vennero trasferiti dal continente portando a 189 il numero degli aerei italiani presenti nei vari aeroporti sardi.
In oltre un certo numero di JU 88 e Heinkel tedeschi vennero momentaneamente spostati dalla Sicilia.

"Si è verificato un incidente di volo con l'apparecchio Cant.Z.1007 bis pilotato dal Ten. LATELLA Santo.
Nessuna vittima.
Apparecchio riparabile ditta."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

10 AGOSTO 1942

"Sono arrivati gli apparecchi (bombardieri aerosiluranti) del 32° Stormo che hanno operato da questa base contro la flotta nemica."

Fonte: Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

Era, questa, la prima volta che i famosi caccia Macchi 202 venivano trasferiti in Sardegna.

11 AGOSTO 1942
Verso le 9 di sera, 37 aerei tedeschi (JU 88 e Heinkel 111) si levarono in volo da Elmas per intercettare la flotta nemica che già aveva subito gravi danni da parte dei sommergibili tedeschi.
Alcuni aerei tedeschi furono abbattuti ma, comunque,la maggior parte di essi essendo ancora in volo sulla via del ritorno si salvò da un violentissimo attacco sferrato sugli aeroporti di Elmas e di Decimo da un nutrito gruppo di aerei inglesi partiti da Malta.
Più tardi, prima della mezzanotte, gli inglesi tornarono per bombardare Trunconi, ma l'operazione non ebbe alcun effetto pratico:

"Verso le ore 23.30 abbiamo avuto un lancio da parte di aerei nemici di razzi luminosi e di alcune bombe che sono cascate distanti dal campo senza arrecare danni.
Ottimo comportamento da parte di tutto il personale dipendente."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

12 agosto 1942 Cant 1007 effettua un atterraggio di emergenza al ritorno della battaglia12 AGOSTO 1942
Alle 6,20 del mattino una formazione di diciannove JU 88 tedeschi decollò da Trunconi alla ricerca delle navi che transitavano a 70 miglia dalla Sardegna.
L'azione fu contrastata da sedici caccia inglesi che impedirono ai tedeschi di avvicinarsi alla flotta di Sua Maestà.
Per tutta la giornata fu tutto un susseguirsi di attacchi da parte di formazioni italiane decollate dai vari aeroporti della Sardegna.
La giornata si chiuse con un altro attacco da parte di una formazione tedesca composta da trentasette JU 88 partiti da Villacidro: nonostante la reazione della caccia britannica undici apparecchi riuscirono ad arrivare sulla verticale delle navi e a sganciare il loro carico di bombe.

 

Foto sopra:
aeroporto di Villacidro, 12 agosto 1942. Atterraggio di fortuna, in seguito a blocco del carrello, dell’aereo Cant Z 1007 bis appartenente alla 213° Squadriglia. Primo pilota Nespolo Pompeo.
L’aereo fu colpito da più di trecento proiettili. Tutti feriti a bordo. L’armiere Egidio Breda benché ferito gravemente al polmone sinistro ha continuato a sparare sino all’inceppamento dell’arma: conferitagli medaglia d’argento al valor militare.
Per gentile concessione del signor Egidio Breda

"Si è verificato incidente di volo con l'apparecchio Cant. Z. 1007 bis, pilotato dal S.Ten. NESPOLO Pompeo.
Partito per missione bellica venne attaccato da caccia nemica e colpito da proiettili che guastarono vari impianti di bordo.
L'equipaggio riportava escoriazioni e contusioni multiple in seguito a ferite prodotte da arma da fuoco".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

 

 

L'OPERAZIONE CANARINO  

S 79 CANARINOIL 12 AGOSTO 1942 dal campo di Trunconi partì, per partecipare alla Battaglia di Mezzo Agosto, anche uno strano apparecchio tutto dipinto di giallo: era il primo aereo telecomandato della storia dell'aviazione.
L'aereo venne trasferito in gran segreto dal centro sperimentale di Guidonia (vicino Roma) e dopo un collaudo che ebbe esito positivo fu tentata un'operazione contro la flotta inglese.
Purtroppo a causa di un condensatore difettoso fu perso il contatto radio con il velivolo e l'aereo senza pilota andò a schiantarsi in Algeria contro le montagne del Piccolo Atlante. Invano i francesi cercarono i resti dell'equipaggio tra i rottami dell'aereo.
L'aereo, un trimotore S 79 destinato alla demolizione, per essere più visibile dall'operatore che doveva radioguidarlo da una notevole distanza (circa 4.000 m) venne verniciato in giallo e per questo motivo venne battezzato "Il Canarino" e tutta l'operazione prese, appunto, il nome di "Operazione Canarino".
Le apparecchiature di radiocomando erano state messe a punto dal colonnello Ferdinando RAFFFAELLI coadiuvato dai due tecnici: l'ingegner Leandro CERINI e il maggiore Emilio MONTUSCHI.
Il velivolo, armato con due bombe da 1.000 chili, venne portato in quota dal maresciallo pilota Francesco BADII.
Sistemati i comandi secondo i parametri prestabiliti, il pilota si lanciò col paracadute e l'aereo venne radiocomandato dal colonnello Raffaelli che su un trimotore Cant Z 1007 seguiva il "Canarino" a debita distanza.
Arrivato in vista dell'isolotto tunisino di La Galite, nelle cui vicinanze ormai si trovava anche la flotta inglese e un nutrito numero di aerei delle forze aeree dell'Asse (era infatti in corso la più grande battaglia aeronavale del Mediterraneo durante la seconda guerra mondiale), l'apparecchio iniziò a non ubbidire più ai radiocomandi e invece di schiantarsi su una nave inglese, proseguì la sua rotta sino alle montagne algerine.
Ritornati a Guidonia, il colonnello Raffaelli e gli altri due tecnici proseguirono le loro ricerche e a metà del 1943 altri due aerei erano ormai pronti per essere usati.
Sopravvenne però l'armistizio dell'8 settembre e il progetto venne definitivamente abbandonato.
Secondo Emilio Nuscis, che in quel periodo lavorava all'aeroporto di Villacidro, prove per la messa a punto di apparecchiature per il radiocomando di aerei "kamikaze"... senza pilota vennero eseguite con successo anche dai tecnici radio dell'aeroporto di Trunconi.
- In seguito anche i tedeschi misero a punto un loro aereo telecomandato che fu usato, con modesti risultati, durante lo sbarco in Normandia. - Solo due anni dopo, nel 1944, gli americani studiarono un loro aereo radiocomandato (operazione Aphrodite) ma gli studi si fermarono al collaudo.  

         


L'OPERAZIONE CANARINO

*** SCHEDA DI APPROFONDIMENTO ***

 

13 AGOSTO 1942
Prima che il convoglio fosse entrato nel raggio di azione dell'aviazione italo-tedesca di stanza negli aeroporti siciliani, dalla Sardegna poterono attaccare solo alcune sparute formazioni perché ormai il grosso degli aerei (soprattutto tedeschi) stava facendo ritorno alle basi in Sicilia.

"Il 51° gruppo [di stanza a Villacidro] durante le operazioni dei giorni 11 - 12 - 13 Agosto ha avuto la perdita di un Ufficiale e di un Av. Sc., altri componenti equipaggio sono rimasti feriti di cui uno gravemente."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

14 AGOSTO 1942
Le navi che avevano scortato il convoglio diretto a Malta, ormai avevano invertito la rotta dirette a Gibilterra.
Da alcune formazioni decollate dalle basi sarde cercarono di attaccarle, ma la contraerea nemica rese vano ogni tentativo.

Si concluse così la "Battaglia di Mezzagosto" con la quale gli aerei e (soprattutto) le unità della marine italiane e tedesche riuscirono a infliggere numerose e importanti perdite ai convogli diretti all'isola di Malta.
Però, dopo questo successo, poiché non vi era la possibilità di rimpiazzare gli equipaggi e gli apparecchi abbattuti e a causa della ormai cronica deficienza di carburante e di ricambi, le missioni dell'Aeronautica di Sardegna divennero sempre più deboli e sporadiche sino ad essere limitate all'indispensabile.

15 AGOSTO 1942

Si sono verificati due incidenti di volo:
uno "con l'apparecchio S.M.84, pilotato dal Cap. SPEZZAFERRI Mario.
Nessuna vittima.
L'apparecchio riportava danni al carrello."
... L'altro "con l'apparecchio S.M.84, pilotato dal Ten. RATTI Giulio.
Nessuna vittima.
L'apparecchio è rimasto distrutto in seguito ad incendio."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

1 SETTEMBRE 1942

Relazione Trimestrale in Tempo di guerra - (ottobre-novembre-dicembre 1942 - XX

Attività esplicata da Comando Aeroporto

"Durante il trimestre 1° Ottobre - 31 Dicembre 1942- XXI, tutti i vari servizi sono stati spostati a Casa Re e attualmente la dislocazione può dirsi completata.
- Sono cominciati e si stanno portando a termine i lavori per la costruzione della nuova cucina truppa; i lavori di scasso per la costruzione di ricoveri antischegge.
- A buon punto sono pure i lavori per la costruzione di strade nuove secondo il piano prestabilito dalla Direzione Demanio.
- L'infermeria convenientemente adattata nei locali di Casa Re è stata posta in grado di combattere adeguatamente contro la malaria e di soddisfare tutte le esigenze aeroportuali.
La profilassi malarica è stata effettuata scrupolosamente con la distribuzione di Italchina due volte la settimana.
- Il Deposito Munizioni a Pimpisu è stato sistemato adeguatamente anche per deposito e officina siluri.
- Sono stati portati a termine i lavori per il montaggio di altre baracche adibiti ad alloggio truppa.
- L'armamento dell'Aeroporto è stato cresciuto con l'assegnazione di altre Sezioni del R.E. dotate di cannoncini Scotti Cal. 20 m.m. per un totale di 10 armi.".

Il Comandante
Ten. Col.A.A.r.n. Pil. A.MANENTI

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

5 SETTEMBRE 1942
In settembre, come del resto nella seconda quindicina di agosto nei cieli della Sardegna non avvenne niente di rilevante.
La penuria di cibo e di altri generi di prima necessità affliggeva sempre più le popolazioni dell'isola.

Si sono verificati due incidenti di volo uno "con l'apparecchio Cant.Z.1007 bis, pilotato dal Ten. ROSSI Nilo.
Nessuna vittima l'apparecchio riportava lievi danni."...
L'altro "con l'apparecchio Cant.Z.1007 bis, pilotato dal S.Ten. TRINGALI SEBASTIANO nessuna vittima.
Apparecchio riportava lievi danni al carrello."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

10 OTTOBRE 1942

Spettacolo di arte varia organizzato dalla Compagnia Reggimentale.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

5 OTTOBRE 1942

Spettacolo di arte varia tenuto dal Carro di Tespi.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

In ottobre niente di rilevante nei cieli di Sardegna.

 

1 NOVEMBRE 1942
In novembre due avvenimenti importanti:
la sconfitta ad El Alamein e l'arrivo degli americani in Algeria. L'obiettivo era evidente: eliminare le forze dell'Asse dal Nord Africa e alleggerire la pressione sull'Unione Sovietica.

3 NOVEMBRE 1942

Visita di Monsignor BARTOLOMASI Vescovo Castrense.

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

4 NOVEMBRE 1942

"Giorno della Vittoria, la compagnia Reclute Cl. 1922 ha prestato solenne giuramento alla presenza di tutto il personale presente in Aeroporto; il Signor Comandante dell'Aeroporto pronunciava per l'occasione un fervido discorso".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

5 NOVEMBRE 1942

"Il Comando SARDEGNA ha a disposizione le seguenti forze:

25 - 30 SAVOIA 79 (Aerosiluranti), 20 - 25 CANT.1007 (Ricognitori a Lungo Raggio e Bombardieri in Quota), 20 Cant.506 (Ricognitori) e 15 Aerei da Caccia obsoleti.

Aerei disponibili per attacchi ai convogli, inclusi quelli previsti:
50 - 60 Savoia 79 (Aerosiluranti),
25 - 40 Cant.1008 e Savoia 84 (Ricognitori a Lungo Raggio e Bombardieri in Quota con Torpedini d' Aereo 350),
tra 70 - 80 Macchi 202 e Re.2001 (Caccia, incluso uno STAFFEL di Cacciabombardieri).

Approvata l'evacuazione di ELMAS.
Aerodromi Italiani di Raduno (in Sardegna): DECIMO, MILIS, MONSERRATO, VILLACIDRO, ALGHERO."
1635 / T22

Allied Intelligence (ULTRA)

SENZA DATA:

- Aeroporti citati nei rapporti e loro sigle, in SARDEGNA -

E.3. DECIMO
F.15. CHILIVANI
E.5. OTTANA (??)
E.7. OLBIA (?)
E.9. ALGHERO
E.11. VILLACIDRO
E.12.
E.17. MILIS - E.17a. area di atterraggio alternativa 3 km a Sud di MILIS
E.19. (N.H.)
E.19. CHILIVANI. (KB)
E.20. VENAFIORITA
E.33. SENORBI
E.33. OTTANA 2 - E.37a. campo di aviazione alternativo per OTTANA 2
E.47.
E.49. OTTANA III
E.51. LACONI
E.53 OTTANA IV
22.

Allied Intelligence (ULTRA)

6 NOVEMBRE 1942

"Giunge da Elmas 1l 130 Gruppo A.S. composto di 15 apparecchi S.79 comandati dal Cap. Franco MELLEY.".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

7 - 8 NOVEMBRE 1942
Da Radio Londra si apprese che gli americani erano sbarcati in Algeria.
I nostri servizi e la ricognizione aerea avevano segnalato già da alcuni giorni la partenza del convoglio da Gibilterra.

Per contrastare lo sbarco di truppe e materiale americano in Algeria i comandi italo-tedeschi allertarono la marina (siluranti e sommergibili di stanza a La Maddalena e a Cagliari) e disposero il solito trasferimento in Sardegna di un gran numero di aerei dalle altre regioni italiane.
Il 7 novembre una formazione di aerei tedeschi (JU 88 e Heinkel 111) e S 79 decollati da Villacidro, Elmas e Decimomannu attaccarono il convoglio nella rada di Algeri.
Secondo il Bollettino di guerra:

"....Il grosso convoglio angloamericano operante sulle coste algerine è stato attaccato dall'aviazione e dai sommergibili dell'Asse.
Varie unità da guerra sono state colpite: un incrociatore sicuramente affondato e vari piroscafi sicuramente colpiti..."

Bollettino di guerra n. 897 del 9 novembre 1942

- "Atterrano, per il decentramento di Elmas, 5 apparecchi JU 52.
Non rientra alla base da azione bellica apparecchio Cant Z.1007 bis del 51° Gruppo Pilotato dal Tenente PASTORE e sottotenente PLAINO.
- Lo stesso giorno apparecchio Cant Z.1007 bis dello stesso gruppo Pilotato da Sottotenente LO PRESTI e M.llo LIBANORE, di rientro da azione bellica imbarda nell'atterraggio, equipaggio incolume."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

Nelle notti del 7 - 8 novembre numerosi aerei inglesi provenienti da Malta cercarono di bombardare gli aeroporti della Sardegna meridionale, ma con scarsi risultati. Trunconi non venne bombardato.

Il Posto di Comando del Corpo, ELMAS, raccomanda a questo aerodromo utilizzabile come campo di atterraggio alternativo:
Rendetelo utilizzabile per atterraggi notturni.
1643 / T18

"ELMAS a FliegeKorps II:
L'uso di questo aerodromo come campo di atterraggio alternativo è impossibile a causa delle condizioni locali."
1644 / T4

Allied Intelligence (ULTRA)

9 NOVEMBRE 1942

"Giungono da Pisa n° 4 apparecchi S.79 del 41° Nucleo Siluranti Comandati da Maggiore ERASI."

Bollettino di guerra

Un aeroplano da trasporto deve procedere sino lì."
1650 / T9

Allied Intelligence (ULTRA)

10 NOVEMBRE 1942
Alle 22,40 gli aerei provenienti da Malta, iniziarono a bombardare con successo l'aeroporto di Elmas.
L'attacco terminò all'1.25:
molti danni agli aerei e alle attrezzature aeroportuali, sette morti e quattro feriti.

Le incursioni notturne degli aerei inglesi (precedute dal lancio di bengala) continuarono per tutto il mese, ma i colpi inferti ai nostri aeroporti non furono rilevanti mentre forti furono le perdite che la nostra contraerea riuscì a infliggere all'aviazione nemica che sorvolava la nostra isola a quota relativamente bassa.

"Nelle recenti incursioni sulla Sardegna , il nemico - come da sua stessa conferma - ha perduto 19 apparecchi da bombardamento.
Molti rottami sono stati rintracciati al largo delle coste."

Bollettino di guerra n. 901 del 13 novembre 1942

Naturalmente proseguirono, anzi si intensificarono, anche gli attacchi delle forze dell'Asse contro le basi alleate in Nord Africa, soprattutto dalla Sardegna con i velivoli e i sottomarini dislocati nelle nostre basi.
Soprattutto dall'aeroporto di Villacidro decollavano i bombardieri tedeschi, gli ottimi Ju.88, col compito colpire le basi africane dei nemico con bombe di bombe di grande potenza.

"Utilizzabile con il percorso luminoso tedesco."
1659 / T13

Allied Intelligence (ULTRA)

11 NOVEMBRE 1942

"Atterrano n° 7 apparecchi YU 88 di rientro da azione bellica su Algeri, uno precipita in prossimità del campo, l'equipaggio si salva col paracadute."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

 

"Aereo del KG.26 atterrato qui con torpedini." 1655 / 31

"ELMAS informa il GRUPPO PELTZ atterrato a DECIMO e VILLACIDRO. Il decollo per l'attacco all'alba avverrà quanto prima possibile."
1665 / T13

"Sette aerei atterrati qui dalla Sicilia."
1665 / T17

"Questo aeroporto deve poter essere usato come campo di atterraggio notturno in caso di attacchi nemici a ELMAS.
Presenti luci di pericolo Italiane e proiettori di luce a largo fascio dell'areoporto.
Assenza di percorso luminoso.
Dimensioni 1600 x 1800 metri."
1688 / T12

"Tra le 23,16 e le 03,00 sono arrivati qui 5 Ju.88 e 2 He.111 del KG.26 ."
1688 / T13

"Formazioni durante le operazioni notturne sono state dirette ai campi di MILIS, DECIMOMANNU e VILLACIDRO.
E' richiesta l'illuminazione del campo come segnale di riconoscimento.
1676 / 9

Allied Intelligence (ULTRA)

12 NOVEMBRE 1942

"Gli Ju.88 del I/KG.60 sono rientrati in questo aerodromo dopo l'attacco alle unità navali Britanniche presso BOUGIE."
1670 / T12

Allied Intelligence (ULTRA)

13 NOVEMBRE 1942

"Aerei di questo Gruppo (KG.60) sono atterrati qui per ridurre l'affollamento a ELMAS."
1674 / T38


Allied Intelligence (ULTRA)

20/21 NOVEMBRE 1942

"Preparare le attrezzature per l'atterraggio di un aereo in avaria a ELMAS, VILLACIDRO e MILIS sino all'una di notte."
1717 / 15

Allied Intelligence (ULTRA)

22 NOVEMBRE 1942

"Decollo di nove Ju.88 del (Gruppo) PELTZ e otto del KG.77 alle 16,15 circa.
Al ritorno atterraggio a VILLACIDRO"
1717 / 29

Allied Intelligence (ULTRA)

23 NOVEMBRE 1942

"Lavori urgenti in Sicilia e Sardegna:
Rapida costruzione, anche se di fortuna, di aree di dispersione.
Rapida continuazione della costruzione di rifugi per gli aerei."
1722 / 13

Allied Intelligence (ULTRA)

26 NOVEMBRE 1942

"Rientra ad Elmas il 130° Gruppo Siluranti per l'inaterrabilità del campo.
Parte pure il 41° Nucleo Siluranti per Pisa.
Il 51° Gruppo distacca una sezione all'aeroporto di Elmas per il motivo sopraddetto."

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

1° DICEMBRE 1942
Il 32° stormo con i suoi S 84 effettuò una delle sue ultime azioni di bombardamento diurno.
Dieci S 84, partirono da Villacidro per attaccare il porto di Bona. In mare si sarebbero dovuti incontrare con dieci caccia Macchi 202 che li avrebbero dovuti scortare sino all' obiettivo ma, a causa della scarsa visibilità dovuta al cattivo tempo i bombardieri e i caccia non riuscirono a incontrarsi per cui i bombardieri dovettero procedere senza scorta sino al porto algerino.
Non appena arrivarono in prossimità delle coste africane, però, dovettero fare i conti con con gli aerei nemici che li stavano aspettando al varco: tre bombardieri furono colpiti abbattuti, altri tre al rientro dovettero fare un atterraggio di fortuna ed erano talmente mal ridotti che furono dichiarati non più utilizzabili. Gli ultimi quattro, gravemente danneggiati, riuscirono a fare rientro alla base con numerosi feriti a bordo.

3 DICEMBRE 1942

"Campo di aviazione idoneo per atterraggio notturno"
1767 / 7

"Campi di aviazione in Sardegna adatti per l'atterraggio notturno: ELMAS vedi registrazione del 27 / 11 sotto MILIS), DECIMO, VILLACIDRO, MILIS"
1767 / 7

Allied Intelligence (ULTRA)

10 DICEMBRE 1942

"Arriva l'88 Gruppo B.T. su apparecchi Cant Z.1007 bis".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

12 DICEMBRE 1942
Sei aerosiluranti S 79 decollarono dalla base di Villacidro per attaccare un convoglio inglese che si trovava nei pressi di Biserta.
Il capo pattuglia fu costretto a rientrare per motivi tecnici e gli altri cinque velivoli, privi di comandante vennero intercettati e massacrati dagli aerei nemici.
Solo un aereo riuscì a tornare, in precarie condizioni, alla base.

"Apparecchio Cant Z.1007 bis del 51° Gruppo, Pilotato dal Sottotenente CROCE, non è rientrato da azione bellica".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

17 DICEMBRE 1942

"Apparecchio Cant Z.1007 bis del 51° Gruppo, pilotato da Sottotenente BELLINAZZO e Sottotenente LORETO, non è rientrato da una azione bellica".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

22 DICEMBRE 1942

"Apparecchio Cant Z.1007 bis del 88° Gruppo, Pilotato da Tenente SAGLIO e Tenente CURATI, non è rientrato da una azione bellica".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

25 DICEMBRE 1942
Nell'ultimo mese del 1942 non si ebbero attacchi nemici né a Villacidro né nel resto della Sardegna, tuttavia ormai il fronte era a non molti chilometri dalle nostre coste.
Il nemico stava ammassando una enorme quantità di uomini e mezzi a poche decine di miglia dalle coste meridionali della Sardegna, e presto avrebbe attaccato in forze senza che noi avessimo mezzi sufficienti per predisporre una difesa adeguata.

"E' stato effettuato uno spettacolo di arte varia dal Carro di Tespi".

Rapporti Trimestrali dell'aeroporto di Villacidro-Aeronautica Mil.

30 DICEMBRE 1942

"FLIEGEKORPS II rende disponibile Oberst Borman per dirigere lo sviluppo (dal punto di vista militare) della Sardegna.
In futuro sarà lui il Fliegerfuehrer di quell'area."
1890 / T30

Allied Intelligence (ULTRA)

La foto n. 1è tratta da Almanacco di Cagliari '90;

  Su  

© Tutti i diritti sono riservati.
by pisolo